SVG for smenu shaping Cubic bezier

Materia prima

Olio di colza


Ricco di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi

Il classico olio di colza è buono e fa bene. Grazie alla sua sana composizione di acidi grassi, l'olio di colza è esplicitamente raccomandato dalla Società Svizzera per la Nutrizione SGE. L'olio di colza ha una bassa percentuale di acidi grassi saturi e di conseguenza più grassi insaturi, una proporzione equilibrata di acidi grassi omega-6 (acido linoleico) e molti acidi grassi omega-3 (acido alfa-linolenico). Inoltre, l'olio di colza è ricco di vitamina E (21-25 mg / 100 ml). Questa vitamina aiuta a proteggere le nostre cellule dallo stress ossidativo.

L'SGE raccomanda di assumere da due a tre cucchiai (da 20 a 30 g) di olio vegetale al giorno, di cui la metà almeno sotto forma di olio di colza. Questi due cucchiai di 10 g di olio di colza coprono il fabbisogno giornaliero di acidi grassi omega-3 e circa il 30-40% del fabbisogno di vitamina E.

La colza (Brassica napus) è il risultato di un incrocio tra il cavolo cappuccio (Brassica oleracea) e la rapa bianca (Brassica campestris) e quindi appartiene alla famiglia delle crocifere come il cavolo cappuccio, la colza rapa o la senape. Non esiste una forma selvatica di colza, il che significa che è stata coltivata dall'uomo. Proviene originariamente dal Mediterraneo orientale e furono i romani a diffonderla in tutta Europa. La colza è coltivata da secoli per via dell'alto contenuto di olio presente nei suoi semi.

Questo olio giallo chiaro è principalmente usato come olio per insalata e per la cottura e viene utilizzato come ingrediente per margarine, maionesi e condimenti.


HOLL significa alto oleico - basso linolenico

Un altro importante successo nella selezione di questa coltura, è arrivato nel 2003 con le varietà di colza HOLL OGM-free, il cui olio ha più acido oleico e un contenuto inferiore di acido linolenico. HOLL è l'acronimo di High Oleic Low Linolenic. L'uso dell'olio di colza HOLL aiuta a ridurre gli acidi grassi trans nella dieta, perché è stabile al calore senza idrogenazione. Questa nuova varietà è quindi di particolare interesse per il settore delle fritture, perché fino ad ora l'olio di colza non poteva essere utilizzato per friggere.


Olio di girasole


La materia prima base sono i semi di girasole

I semi di girasole servono come materia prima per la produzione di olio di girasole. Questo chiaro olio si ottiene mediante la spremitura dei semi. L'olio di girasole è ricco di acidi grassi linoleici polinsaturi ed è utilizzato nella cucina calda come fredda come olio per insalata, nella maionese e nei condimenti. L’olio di girasole è l'olio alimentare più diffuso in Svizzera.

Sta emergendo una nuova varietà

Il girasoli alto oleici è stato appositamente selezionato al fine di creare un olio vegetale estremamente adatto alla frittura. Il girasole HO è coltivato in modo naturale, cioè selezionando piante adatte e riproducendole. Il girasole HO ha esattamente lo stesso aspetto del girasole tradizionale che si trova nei campi.

Nella selezione del girasole HO la composizione degli acidi grassi è stata modificata in modo che questo olio alimentare possa essere riscaldato ad alte temperature.